domenica, 24 settembre 2023 Ultimo aggiornamento il 20 settembre 2023 alle ore 13:18

Sangemini, sorpreso a cacciare con mezzi non consentiti

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

L'uomo sorpreso dalla Forestale. Sequestrato il fucile, le cartucce e la selvaggina abbattuta. Denunciato all’autorità giudiziaria, rischia la pena dell’ammenda fino a 1.500 euro.

 
Sangemini, sorpreso a cacciare con mezzi non consentiti
Conca Ternana. Il personale del comando della stazione di Terni del corpo forestale dello Stato, nel corso dei  controlli sulla regolarità dell’attività venatoria, ha sorpreso in località Fosso Bianco del comune di Sangemini, un uomo cinquantenne residente in zona, il quale stava esercitando la caccia con un fucile semiautomatico il cui caricatore poteva contenere tre cartucce. La normativa vigente in materia prevede che il caricatore dei fucili da caccia con canna ad anima liscia non possa contenere più di due cartucce, per cui l’utilizzo di un fucile sprovvisto del limitatore di colpi configura il reato di cui all’art. 30, comma 1 della L. 157/1992 (esercizio dell’attività venatoria con mezzi non consentiti) e si pone in palese contrasto con le convenzioni internazionali a tutela della fauna selvatica (Convenzione di Parigi).

Durante il controllo, inoltre, sono stati rinvenuti occultati negli indumenti del cacciatore, numerosi esemplari di avifauna protetta appena abbattuta: 4  frosoni,  2 fringuelli, 1 peppola e 1 tottavilla. Anche in questo caso la  normativa  prevede per  chi  abbatte o detiene specie di  uccelli  nei cui confronti la caccia non è consentita il reato di  cui  all’art. 30, comma 1 della  L. 157/1992. Il fucile, le cartucce e gli uccelli sono stati sottoposti a sequestro penale. Il responsabile dell’illecito è stato denunciato all’autorità giudiziaria e rischia la pena dell’ammenda fino a 1.500 euro.

Tag dell'articolo: , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top