lunedì, 15 luglio 2024 Ultimo aggiornamento il 14 luglio 2024 alle ore 09:37

Sanità: al via in Umbria la sperimentazione della ricetta dematerializzata

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Al via in Umbria la sperimentazione della ricetta dematerializzata. Un sistema che porterà alla sostituzione della classica "ricetta rossa" del medico, con un semplice codice. L'assessore Paparelli: "Un cambiamento gestionale e organizzativo".

 
Regione Umbria.  Come previsto nel Piano digitale 2013- 2015, la Regione Umbria ha avviato la sperimentazione del processo di dematerializzazione delle ricette del servizio sanitario nazionale: lo rendono noto gli assessorati alla Sanità e all’Innovazione, precisando che il processo attivato permetterà, entro la fine del 2015, di sostituire definitivamente la tradizionale ricetta rossa prescritta dal medico di famiglia o dallo specialista, con un codice stampato su carta con cui verrà recuperata la prescrizione farmaceutica o specialistica dalla struttura erogante la prestazione.
“Nella prima fase di sperimentazione – spiega la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini – per l’utente del servizio sanitario non saranno visibili i cambiamenti visto che i cittadini continuano a ricevere dal proprio medico di medicina generale o dallo specialista, la ricetta rossa con stampato il nuovo codice da presentare per l’erogazione della prestazione, mentre nel passaggio successivo, che in Umbria prenderà il via a partire dal mese di aprile, la ricetta rossa verrà sostituita da un codice stampato dal medico su carta semplice a titolo di promemoria”. Il percorso relativo alla dematerializzazione della ricetta ha avuto inizio a partire dallo scorso anno. “Dalla dematerializzazione della ricetta medica – ha spiegato l’assessore all’Innovazione, Fabio Paparelli – deriverà un cambiamento non solo a livello organizzativo, ma anche di procedure interne gestionali e, soprattutto, un diverso approccio operativo e culturale che dovrà coinvolgere i cittadini in un’ampia campagna di informazione sui potenziali cambiamenti delle attività di prenotazione e pagamento delle prestazioni svolte al momento presso gli sportelli Cup della Regione”. Tra le novità future anche servizi on line sostitutivi che “consentiranno al cittadino – precisano la presidente e l’assessore Paparelli – di prenotare e pagare da casa le proprie prestazioni sanitarie, nonchè di ricevere i referti senza recarsi di persona presso la struttura erogatrice, con conseguente riduzione di tempi e di costi”.

Tag dell'articolo: , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top