lunedì, 18 ottobre 2021 Ultimo aggiornamento il 4 ottobre 2021 alle ore 16:18

In Banca d’Italia con dei soldi falsi: arrestato

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Questa mattina (28) un giovane dell'Est si è presentato allo sportello di Bankitalia chiedendo il cambio di alcune banconote usurate dalla lavatrice. Ma erano soldi falsi. Era inoltre in possesso di carte telefoniche e biglietti per l'autobus rubati

 
Si presenta allo sportello della Banca d’Italia sostenendo di aver messo in lavatrice soldi e carta d’identità: in realtà i frammenti di banconote esibiti sono denaro falso, come false sono altre banconote rinvenute addosso al “distratto” casalingo 37enne, che se ne va in giro con interi carnet di ricariche telefoniche e biglietti dell’autobus rubati. Questa mattina, 28 gennaio, un giovane proveniente da un Paese della ex Jugoslavia si è presentato alla cassa della Banca d’Italia, esibendo 140 euro in tagli da 50 e da 20, visibilmente danneggiati, e chiedendone il cambio con denaro fresco. Alla richiesta dell’operatore di esibire un documento, il 37enne ha tirato fuori la sua carta d’identità ridotta anch’essa in brandelli, sostenendo che tutto era finito accidentalmente in lavatrice. Ma i soldi sono falsi, come hanno modo di accertare gli esperti bancari saggiamente interpellati dal cassiere. Nel frattempo i carabinieri in servizio presso Banca d’Italia accertano l’identità del giovane: si tratta di un 37enne già noto alle forze dell’ordine e alle cronache giudiziarie, senza fissa dimora in Italia, nullafacente. Messo di fronte all’evidenza dei fatti, l’extracomunitario non è in grado di giustificare il possesso del denaro falso.

Ma non è tutto. All’esito della perquisizione cui è stato sottoposto, infatti, gli sono stati trovati addosso altri 90 euro falsi, oltre a numerose ricariche telefoniche e vari biglietti per il trasporto pubblico di Umbria Mobilità. Dopo una rapida verifica, tagliandi e ricariche risulteranno provento di furto commesso nottetempo in danno di un’edicola, nella zona universitaria cittadina. Con l’accusa di spendita di monete false e ricettazione, sono così scattate le manette ai polsi del giovane che, assolte le formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per essere giudicato per direttissima. Tutto il materiale trovato nella disponibilità dell’arrestato è stato sequestrato ai fini probatori.

Tag dell'articolo: , , , , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top