lunedì, 15 luglio 2024 Ultimo aggiornamento il 14 luglio 2024 alle ore 09:37

Festival made in Umbria: presentati a Roma Umbria jazz, festival delle nazioni e dei due mondi

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Marini: “la promozione turistica attraverso l’arte la musica e il teatro”.

 
Festival made in Umbria: presentati a Roma Umbria jazz, festival delle nazioni e dei due mondi

Regione Umbria. “Stasera presentiamo l’edizione 2016 di Umbria Jazz, del Festival dei due Mondi e del Festival delle Nazioni. Tutte e tre le manifestazioni si svolgono all’ interno delle città umbre e nei loro centri storici e rappresentano così anche un veicolo per la promozione turistica e di tutto ciò che l’Umbria può offrire su tutti i fronti, dall’ arte al paesaggio e all’ enogastronomia”.

Queste sono le parole della presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, in occasione della presentazione congiunta del Festival delle Nazioni, Umbria Jazz e Festival dei due Mondi, promossa dalla Regione Umbria al Teatro Argentina di Roma. I Festival sono stati presentati dalla presidente insieme ai direttori e presidenti dei Festival, Giorgio Ferrara, Renzo Arbore, Giuliano Giubilei.  Presenti il vicepresidente della Camera, Marina Sereni, i sindaci di Città di Castello e Spoleto, il vicepresidente della Regione Umbria, con delega al turismo Fabio Paparelli, e l’assessore regionale alla cultura, Fernanda Cecchini. Al discorso della presidente, che infine ha ringraziati il Ministero dei Beni Culturali, sono seguiti gli interventi sui singoli festival.

“Il Festival di Spoleto – ha detto Giorgio Ferrara – che quest’ anno aprirà il 24 giugno, è un Festival multidisciplinare e la sua caratteristica è di ospitare le grande eccellenze. Quest’ anno abbiamo dato un nuovo sviluppo alla sezione teatro. La Regione Umbria e il Comune di Spoleto ci danno un grande sostegno per la realizzazione del Festival del quale non abbiamo ancora edizione invernale che forse riusciremo a fare. Apriremo il 24 giugno – ha detto concludendo – e chiuderemo il 10 luglio”.

Per il presidente di Umbria Jazz, Renzo Arbore “l’edizione 2016 di UJ è più abbondante e nutrita delle altre edizioni anche grazie al suo fondatore Carlo Pagnotta – presente in sala- che è riuscito a portare avanti la missione nobilissima di divulgare questo genere musicale che prima era appannaggio di pochi e che invece ora è seguito anche dai giovani”.

Arbore, dopo aver sottolineato che i jazzisti italiani ormai sono i secondi al mondo con un indiscutibile talento, ha ricordato che Umbria Jazz 16, che si terrà a Perugia dall’ 8 al 17 luglio, coniuga in un cartellone ricco e prestigioso conferme e novità e le conferme sono soprattutto nella formula che riesce a sommare la grande musica e le suggestioni del centro storico di Perugia.

Il presidente del Festival delle Nazioni, Giuliano Giubilei ha annunciato che la Francia é il paese scelto per la nuova edizione del Festival (23 agosto/ 3 settembre) con Parigi che diventa la città punto di riferimento universale per le arti e la ricerca innovativa.  “Siamo giunti alla 49/ ma edizione, ma in questi anni non abbiamo mai smesso di ricercare la qualità. Nelle ultime edizioni abbiamo allargato il nostro orizzonte – prosegue- –dando spazio non solo alle grandi tradizioni musicali e alla   musica contemporanea (da sempre presente nei nostri programmi) ma anche a linguaggi che appartengono alla musica popolare o a nuove tendenze. Anche grazie a tutto questo il Festival è cresciuto. C’è un’attenzione maggiore da   parte   della   critica, più   spazio   nei   media   nazionali   e   locali.   Ma   soprattutto   maggiore coinvolgimento del pubblico, anche giovane. Questo crescente interesse da parte dei giovani è senz’altro la novità più significativa che abbiamo registrato nelle ultime edizioni. Insomma la musica classica non è più chiusa in un recinto di appassionati, ma sta conquistando un pubblico più vasto e di tutte le età”.

Tag dell'articolo: , , , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top