giovedì, 26 aprile 2018 Ultimo aggiornamento il 23 aprile 2018 alle ore 23:20

La tasca di Fabio Stirpe che rivoluziona il packaging

Daniele Ubaldi

Daniele Ubaldi

Direttore responsabile di Perugia Online.

Due chiacchiere con l'imprenditore romano che ha realizzato una piccola ma molto pratica invenzione.

 
La tasca di Fabio Stirpe che rivoluziona il packaging
Regione Umbria. Una tasca laterale che renda ogni confezione più funzionale e “longeva”. E’ l’idea pensata da Fabio Stirpe, 39 anni, imprenditore romano nel settore edilizio. Da due anni ha brevettato un dispositivo che potrebbe rivoluzionare il concetto stesso di packaging.

Fabio, ci spieghi in cosa consiste la tua invenzione?

“Ho pensato di introdurre una tasca laterale lungo una delle pareti delle scatole, ad esempio i pacchetti di sigarette, sigari ma anche medicinali”.

Una tasca per fare cosa?

“Per esempio per tenere il cucchiaino per lo sciroppo dei bambini, oppure il tagliasigari o anche un piccolo posacicche per evitare di incorrere nelle sanzioni per chi getta i mozziconi di sigarette a terra”.

Dunque la tua idea si può adattare a una serie pressoché infinita di confezioni. In che modo si realizza?

“Il processo è semplice: una volta a conoscenza delle misure della tasca, si inserisce all’interno della doppia parete del pacchetto o della scatola. Dopodiché si può trattare di una tasca di transito come per le cicche, in attesa di trovare un secchio e svuotare i mozziconi, oppure di un contenitore funzionale anche da viaggio, come ad esempio il cucchiaino per lo sciroppo”.

Come nasce la tua idea?

“A dire il vero mi è venuta pensando alle sigarette. Quanti fumatori, specialmente d’estate, usano il pacchetto di sigarette come piccolo porta oggetti? La mia tasca nasce come porta accendino, ma puoi usarlo come dicevo da posacenere, oppure per tenere i 10 euro senza prendere il portafogli, per esempio quando stai al mare… Insomma ci metti dentro quello che ti pare. E’ come avere la tasca più piccola dei jeans sul tuo pacchetto di sigarette o di altri generi di consumo. Penso per esempio alle patatine dei fast-food: una tasca frontale potrebbe servire a mettere il ketch-up o la maionese”.

Un’idea semplice e pratica, che ha ottenuto il brevetto grazie alla sua originalità. E’ adattabile a qualsiasi tipo di marchio e non snatura icone pressoché immodificabili come il pacchetto di sigarette oppure la bottiglietta di plastica, che potrebbe accogliere un pratico porta bicchiere. “Il brevetto è la tasca – conferma Fabio – che posso adattare dove voglio con tutti i pacchetti che mi vengono in mente”.

Per il momento sei stato contattato da aziende interessate?

“Ho avuto qualche contatto preliminare con un paio di realtà importanti. E’ ancora presto per parlarne concretamente, ma il mercato sembra interessato alla mia piccola invenzione”.

In bocca al lupo!

Tag dell'articolo: .

Daniele Ubaldi

Daniele Ubaldi

Direttore responsabile di Perugia Online.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top