lunedì, 18 ottobre 2021 Ultimo aggiornamento il 4 ottobre 2021 alle ore 16:18

Progetto investimento Ikea, Per Monni (Ncd): “Tutto congelato per l’incapacità della Giunta Comunale di Perugia”

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Il consigliere regionale, Massimo Monni (Ncd) punta il dito contro il sindaco di Perugia, Boccali e sul lungo iter burocratico che blocca l'investimento di Ikea a Perugia.

 
Perugia.  L’ingarbugliato iter burocratico perugino che sta ‘congelando’ il progetto di investimento del colosso Ikea sul nostro territorio, è frutto di incapacità gestionali di una giunta che non ha il coraggio di aprire le porte a chi intende investire su Perugia”. Così il consigliere regionale Massimo Monni (Nuovo centrodestra) per il quale “questo è quello che emerge da un articolo pubblicato sul giornale Il Sole 24 Ore che prende spunto da un dossier sulla complicata burocrazia italiana”.

Nell’evidenziare come in tutto ciò “rientra anche Perugia”, Monni punta il dito su una affermazione del sindaco Wladimiro Boccali secondo cui, se Ikea rinuncerà ad investire a Perugia “non si straccerà di certo le vesti”. E questo, per l’esponente del Nuovo centrodestra è una “affermazione gravissima che fa emergere un pressapochismo nella gestione del nostro Comune, chiuso a riccio di fronte a qualsiasi opportunità di sviluppo”.

Per Monni “l’investimento di Ikea a Perugia, a livello economico, è tutt’altro che ininfluente per tutta l’Umbria, soprattutto in questi tempi di crisi profonda. Non solo – porterebbe centinaia di nuovi posti lavoro – spiega , ma i 7,5 milioni di euro che sarebbero investiti in scuole, strade e lavori di urbanizzazione a carico della multinazionale svedese, andrebbero a valorizzare tutto il territorio. Si tratterebbe di un investimento che oggi potrebbe dare una grossa mano al tessuto economico perugino e regionale in genere. Ma purtroppo – rileva Monni – chi ci governa sembra non intendere. A causa di una burocrazia ingarbugliata e contorta – conclude Monni – tutto potrebbe saltare, nonostante in sede di votazione in Consiglio comunale sia maggioranza che opposizione si siano trovate d’accordo sullo sviluppo di Perugia”.

Tag dell'articolo: , , , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top