lunedì, 18 ottobre 2021 Ultimo aggiornamento il 4 ottobre 2021 alle ore 16:18

Alta Velocità, Ricci (Rp) contrario alla stazione in Toscana: “Sarebbe una resa incondizionata”

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Annunciata la presentazione di una mozione per capire "chi sta veramente con l'Umbria e gli umbri. Il gruppo moderato del Pd blocchi e metta fine a questo governo regionale senza idee".

 
Alta Velocità, Ricci (Rp) contrario alla stazione in Toscana: “Sarebbe una resa incondizionata”
Regione Umbria.  “Evitiamo il declino della Regione, diciamo no all’Alta Velocità in Toscana. Il gruppo moderato del Pd blocchi e metta fine a questo governo regionale senza idee”. È quanto dichiara il consigliere regionale Claudio Ricci (Ricci presidente), che annuncia di voler presentare una mozione “in modo da capire chi sta con la Toscana e chi sta con l’Umbria e gli umbri. Sono totalmente contrario – spiega – ad ogni ipotesi di stazione ferroviaria in Toscana. Sarebbe una resa incondizionata. Per questo mi auguro che le forze moderate del Pd, che qualche mese fa invocarono il cambiamento dei dirigenti della sanità senza esiti concreti, evitino di prendersi l’enorme responsabilità di condannare l’Umbria al declino”.

Per Ricci è necessario “evitare il declino definitivo dell’Umbria visto che i dati del primo semestre 2016 indicano un calo del 3 per cento degli occupati e la ripresa non si vede. Contrariamente a quanto sta facendo il governo regionale, sarebbe necessario puntare a sviluppare l’aeroporto, destinando risorse aggiuntive per accordi con le compagnie aeree a basso costo. Inoltre servirebbe portare la stazione ad alta media velocità in Umbria, vicino all’aeroporto internazionale di Perugia, raccordando le nuove strade per l’area adriatica con piastre logistiche dotate di servizi per la sosta e gestione di auto e mezzi pesanti per le zone produttive. Nel contempo occorre potenziare l’asse strategico dei trasporti fra Terni con Roma/Civitavecchia”.

“Alle categorie socio economiche e culturali – conclude Ricci – assicuriamo che faremo di tutto per dare all’Umbria un governo di cambiamento in tempi rapidi. E i gruppi civici Ricci Presidente e Movimento Civico Italia sono già pronti alle prossime elezioni regionali, che probabilmente ci saranno nel 2017/18 in coincidenza delle elezioni politiche. Questo perché la crisi della maggioranza è ormai irreversibile e si vedono compiere solo atti di gestione corrente, senza idee e slanci”.

Tag dell'articolo: , , , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top