venerdì, 9 dicembre 2022 Ultimo aggiornamento il 28 novembre 2022 alle ore 01:03

“Concerto per Sirene d’acqua dolce”: Capossela saluta Sergio Piazzoli

Daniele Ubaldi

Daniele Ubaldi

Direttore responsabile di Perugia Online.

Incredibile pioggia di emozioni all’Isola Maggiore in chiusura di Moon in June. Tributo all’amicizia e al cammino percorso insieme, con gli occhi proiettati alle emozioni di domani

 
Trasimeno.  E’ sempre impegnativo un concerto di Vinicio Capossela, a patto che si decida di ascoltarlo davvero. E dando per scontate l’assoluta padronanza del veicolo “musica” in totale sinergia con le parole, che come velluto scorrono sopra e sotto le note del cantautore nato ad Hannover da genitori irpini, quel che resta da carpire all’orecchio appassionato sono le sfumature, che rendono diverso da se stesso ogni singolo brano suonato in più occasioni. E quella di ieri sera, 21 giugno festa dell’estate, era una di quelle occasioni malinconiche, tristi, romantiche da Mitteleuropa ma da condire, eccome se da condire, con i miti classici e un soffio di poesia. Capossela cantava per il suo amico Sergio Piazzoli, tra i principali ideatori di eventi musicali in Italia, fondatore – per citarne solo un paio – di Rockin’ Umbria e Music for Sunset all’Isola Maggiore, scomparso improvvisamente un anno fa. E proprio sulla principale isola del lago Trasimeno, tanto cara e foriera di serenità per l’amico, Capossela ha dato vita al suo “Concerto per Sirene d’acqua dolce”, che ha chiuso la prima edizione di Moon in June, il festival musicale organizzato dalla Fondazione “SergioPerLaMusica” e dedicato, appunto, a Sergio Piazzoli. Lo stesso Capossela è direttore artistico della manifestazione, che ha concentrato sull’isola, in soli tre giorni, una serie impressionante di proposte musicali di altissimo livello, a cominciare dal pianista jazz di fama mondiale Giovanni Guidi fino al mostro sacro Gary Lucas, che insieme ad Alessio Franchini ha tenuto il suo concerto-tributo a Jeff Buckley la sera prima, ed ha poi partecipato all’evento di Capossela di ieri.

Tutti esauriti, neanche a dirlo, i mille e 200 posti disponibili. Ad aprire l’evento, mezzora prima, il Trio Amadei in quintetto ha preparato l’atmosfera davanti ad un non sempre educato pubblico, proponendo il Trio in Sol di Debussy e Il Cigno di Saint-Sens. Poi c’è stato spazio per la musica di sempre, per i classici di Vinicio Capossela che, seduto al piano, ha regalato brividi e lacrime a chi ha saputo ascoltare il suo viaggio in note. Il tramonto sul Trasimeno ha fatto il resto, in un lungo “arrivederci” ideale a Sergio Piazzoli, più volte ricordato dal cantautore in numerosi aneddoti durante la serata. La seconda parte del “Concerto per Sirene d’acqua dolce” è stata un susseguirsi interessante di contaminazioni e tributi, con i grandissimi Enrico Lazzarini al contrabbasso, Vincenzo Vasi al theremin, campioni e percussioni e Alessandro “Asso” Stefana all’armonium e chitarre ad accompagnare Capossela e ad alternarsi con il Trio Amadei (piano, violino e violoncello) e l’ensemble Micrologus, per finire con Gary Lucas che ha riportato sul palco, insieme al fenomenale Franchini, tutta la “Grace” di Jeff Buckley, artista-mito degli anni Novanta scomparso troppo presto, e che così tanto legava fra loro Capossela e Piazzoli.

Il resto è stato “Sirene”. Che cantano e irretiscono il viaggiatore, presentandogli il passato sotto forma di sogno addolcito, mettendolo di fronte alle persone assenti e anche, come ha ricordato Capossela, alle persone con le quali noi siamo stati assenti. Ma il loro canto è mortale proprio perché inchioda al proprio passato chi le ascolta, impedendogli di vivere il futuro a cominciare dal presente. E allora forse è proprio questo il messaggio di ieri sera: comunque vada il viaggio riparte, con il bagaglio di conoscenze, confronti, informazioni e bei momenti che ci siamo scambiati insieme agli amici che adesso, prima di noi, hanno raggiunto le sirene.

 

Tag dell'articolo: , , , , .

Daniele Ubaldi

Daniele Ubaldi

Direttore responsabile di Perugia Online.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top