lunedì, 18 ottobre 2021 Ultimo aggiornamento il 4 ottobre 2021 alle ore 16:18

Innovazione, l’Umbria non è una regione per start-up

Tra gli ultimi posti nella classifica nazionale, il cuore verde d'Italia conta solo 36 start-up, nuove imprese che rendono remunerative idee innovative

 
Innovazione, l’Umbria non è una regione per start-up
Se start-up significa futuro, l’Umbria è ancora nel Medioevo. A guardare i dati pubblicati nei giorni scorsi sul Sole 24 Ore, la nostra regione non è proprio all’avanguardia per presenza di aziende innovative.

Le start-up – Letteralmente start-up significa avvio di una nuova impresa, rappresenta cioè quella fase iniziale in cui un’organizzazione cerca di rendere redditizia un’idea attraverso processi ripetibili. E mentre in tutta Italia continuano ad aumentare e a creare nuovi posti di lavoro, le start-up faticano ad inserirsi nel tessuto economico regionale.

I dati – Nel 2013 erano solo 1.277, oggi Unioncamere ne conta già 3.200. E i finanziamenti, seppure in forte crescita, + 75%, sono sempre troppo pochi. Nel 2013 in tutta Italia sono state finanziate 113 start-up, un anno dopo il numero è salito a 197 per un totale di 129 milioni di euro contro i 112 milioni del 2012. In Francia e in Germania si investe otto volte più che in Italia. In ogni nuova impresa lavorano circa da 1 a 4 dipendenti e la maggior parte hanno un fatturato inferiore ai 100 mila euro. Solo 11, in tutto il paese, superano i due milioni di euro.

Umbria – I dati fotografano un forte ritardo dell’Umbria in questo settore. In totale sono registrate solo 36 start-up, di cui 26 nell’ambito dei servizi e 10 nel settore dell’industria e dell’artigianato. Numeri ben lontani dalle performance che si registrano in Lombardia, dove ci sono 762 start-up registrate e 8 incubatori di idee. Seguono a distanza Emilia Romagna, Veneto e Lazio. Ma anche una regione piccola come le Marche ha risultati migliori, con 142 start-up registrate e due incubatori di idee. Peggio dell’Umbria solo Basilicata, Molise e Valle d’Aosta con, rispettivamente, 20, 15 e 11 nuove imprese “coraggiose”.

Tag dell'articolo: , , , .

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top