martedì, 20 novembre 2018 Ultimo aggiornamento il 5 novembre 2018 alle ore 22:19

In crescita il numero di startup in Italia: quali le basi per il successo?

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

 
Ancora in crescita il numero di imprese innovative sul territorio italiano, giunto a quota 8.897, secondo il bilancio dell’ultimo rapporto trimestrale. Nello specifico, le startup avrebbero registrato un aumento del 6%, pari a circa 506 unità in più rispetto alla fine dello scorso anno. In crescita anche il valore del capitale sociale, salito da 423 a 499 milioni di euro. Nonostante la distribuzione delle startup abbia interessato soprattutto il Nord Italia, anche la Regione Umbria si sarebbe dimostrata pronta a sostenerne lo sviluppo, attraverso incentivi e finanziamenti locali. Solo alla fine del 2017, infatti, la Regione avrebbe deciso di destinare più di un milione di euro a sostegno dell’Avviso pubblico per la ricerca e per il consolidamento delle imprese. L’obiettivo a lungo termine, come spiegato dal vicepresidente della Regione Paparelli, sarebbe quello di migliorare il ruolo dell’Umbria all’interno del panorama dei settori ad alta specializzazione, aumentare la produzione regionale e favorire la nascita di nuovi posti di lavori, in modo da evitare ulteriori fenomeni di “fuga dei cervelli”. Se i fondi rappresentano il punto di partenza per poter cominciare ad investire in un progetto innovativo, essenziale è anche conoscere i mezzi per far sì che una startup abbia successo e che non finisca nel dimenticatoio nell’arco di pochi anni. Pertanto, quali sono le caratteristiche che accomunano le imprese vincenti?

prima

Le caratteristiche alla base di una startup di successo

Secondo un articolo pubblicato sul blog di ProntoPro, le startup di successo internazionale sarebbero accomunate da almeno tre caratteristiche: la scalabilità, la capacità di affrontare i cambiamenti e la possibilità di attirare potenziali investitori. Se questi fattori riflettono i principali punti di forza delle grandi imprese, però, è allo stesso tempo necessario che alle spalle di una startup di successo ci sia una personalità altrettanto vincente, animata da determinazione e coraggio. Può sembrare banale, eppure è statisticamente provato che i vincenti abbiano in comune non poche caratteristiche: l’età, il segno zodiacale (che ne riflette la personalità), e lo stile di vita privata. A rivelarlo è un’infografica di Betway Casino, incentrata su 236 personalità vincenti in diversi campi. Prendendo in esame i colossi dell’impresa, ad esempio, tra cui il fondatore di Groupon Andrew Mason e l’imprenditore statunitense Sean Parker, è facile notare come ci sia una reale correlazione tra il successo dell’impresa e le caratteristiche degli imprenditori. Andrew Mason, infatti, sarebbe nato proprio nel 1981, l’anno indicato dall’infografica come il più comune tra le personalità di successo; Sean Parker, invece, rientrerebbe perfettamente all’interno della fascia d’età indicata come la più comune per il primo successo, ovvero tra i 20 e i 30 anni. L’imprenditore, infatti, sarebbe entrato a far parte del team di Facebook intorno ai 25 anni. Come ricordato anche in un articolo sulla tematica, quindi, scegliere i membri adatti per il proprio team potrebbe rivelarsi fondamentale per la buona riuscita di una startup: oltre a guardare alle competenze di ognuno, la passione, la tenacia e la capacità di mettersi costantemente in gioco dovrebbero rappresentare i principali parametri di valutazione, sia per sé stessi che per i propri collaboratori.

Startup a cui guardare: gli esempi più recenti

photo-1531545514256-b1400bc00f31

Nonostante lo scarto tra l’Italia e il resto d’Europa, le startup che starebbero riscuotendo successo nel nostro Paese e all’estero non sarebbero certo poche. Per il settore moda, una delle imprese ad aver ottenuto i risultati migliori sarebbe la startup Lanieri, fondata da Simone Maggi e Riccardo Schiavotto, entrambi poco più che trentenni. Lanieri sarebbe stata fondata dalla giovane coppia di imprenditori con l’idea di dar vita ad un e-commerce tutto basato sulla moda maschile Made in Italy e sulla possibilità di realizzare capi su misura nei migliori atelier italiani. Vincitrice del premio “Giovani imprese” di Altagamma, Lanieri continua a registrare un successo dopo l’altro e può oggi contare su un numero di oltre 6 mila clienti in 50 Paesi. Ancora più recente è il caso della startup Friendz, fondata nel 2015 da Alessandro Cadoni, Cecilia Nostro e Daniele Scaglia con l’intenzione di rendere la moda dei selfie un progetto remunerativo. È così che i membri di Friendz sono oggi i protagonisti di vere e proprie campagne pubblicitarie, grazie alle quali possono ricevere crediti da spendere negli store online sulla base dei commenti e dei like ottenuti per il selfie postato.

In definitiva, cos’è che accomuna le imprese vincenti? Alla base di ogni startup di successo, dalla più ambiziosa fino alla più piccola impresa locale, ciò che non manca mai è la passione, che ha lo stesso peso della disponibilità di fondi da investire nell’idea che si intende sviluppare. È la passione, insieme ad una buona dose di creatività e di competenza, a far sì che l’impresa non cessi di attrarre e di stupire i suoi potenziali clienti. Solo credendo nel proprio obiettivo, e sfruttando sapientemente i mezzi per realizzarlo e farlo crescere, si può pensare di poter fondare una startup di successo.

Tag dell'articolo: , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top