lunedì, 19 agosto 2019 Ultimo aggiornamento il 18 agosto 2019 alle ore 15:15

Sale dal 51% al 55% la raccolta differenziata in Umbria nei primi sei mesi del 2016

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

A dare l'annuncio è stato l'assessore all'ambiente Cecchini. Approvato il bando pubblico per la "concessione di contributi ai Comuni a sostegno della realizzazione ed allestimento di centri di riuso": stanziati 450 mila euro.

 
Sale dal 51% al 55% la raccolta differenziata in Umbria nei primi sei mesi del 2016
Regione Umbria.  “Dare attuazione agli obiettivi del Piano regionale e del Programma di Prevenzione e Riduzione della Produzione dei Rifiuti è l’impegno che abbiamo assunto e che intendiamo concretizzare”, così l’assessore regionale all’ambiente, Fernanda Cecchini, ha annunciato l’approvazione del “Bando pubblico per la concessione di contributi ai Comuni a sostegno della realizzazione ed allestimento di centri di riuso”. In pratica, sono i luoghi idonei al conferimento, da parte dei cittadini, di beni o oggetti non più di loro interesse, che pertanto sarebbero destinati a divenire rifiuti, ma che potrebbero essere ancora utilizzati e, quindi, avere una “seconda vita”. Hanno quindi la finalità, oltre che di prevenzione della produzione dei rifiuti, di diffondere la cultura del riuso dei beni attuando i principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale. Per promuovere l’attivazione di questi centri, la Giunta regionale lo scorso luglio ha approvato le “Linee guida regionali per la realizzazione e la gestione dei centri di riuso” che ne definiscono le caratteristiche tecniche, organizzative e operative.

Con il bando approvato, per la realizzazione e l’allestimento di tali centri, vengono destinati, a favore dei Comuni, contributi pari all’80 per cento delle spese riconosciute ammissibili e, comunque, pari ad un importo massimo concedibile di 75.000 euro. Le risorse complessivamente destinate al bando ammontano a 450.000 euro. Per la gestione dei centri di riuso è in fase di approvazione lo schema-tipo di convenzione tra il Comune e il soggetto gestore, da individuare preferibilmente tra le organizzazioni o le associazione del terzo settore.

“Nei prossimi giorni – ha proseguito l’assessore – in coerenza con le misure per accelerare l’incremento della raccolta differenziata disposte lo scorso gennaio, sarà approvato il programma di finanziamento, per complessivi 400.000 euro, a sostegno del passaggio al sistema di tariffazione puntuale a favore dei Comuni che hanno conseguito nell’anno 2015 l’obiettivo del 65 per cento di raccolta differenziata. Nel frattempo però – ha concluso l’assessore Cecchini – prosegue l’impegno di regione e Comuni per raggiungere gli obiettivi strategici già fissati. E proprio grazie a questo impegno, nei primi sei mesi del 2016 abbiamo registrato un aumento dal 51 al 55 per cento della percentuale di raccolta su base regionale”. Le linee guida, il bando per i centri di riuso e il programma di sostegno all’attivazione della sistema di tariffazione puntuale saranno presentati venerdì 30 settembre, alle ore 11.30, nello stand della Regione Umbria allestito in occasione della manifestazione “Fa’ la cosa Giusta” che si svolgerà al Centro Fieristico di Bastia Umbra.

Tag dell'articolo: , , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top