lunedì, 18 novembre 2019 Ultimo aggiornamento il 15 novembre 2019 alle ore 21:32

Verso le Regionali: appello al voto di Fabio Andrea Petrini

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Il giovane candidato del Movimento 5 Stelle: "Faremo della nostra regione un posto migliore di quello attuale".

 
Verso le Regionali: appello al voto di Fabio Andrea Petrini
Caro cittadino umbro,
siamo giunti quasi al termine di una campagna elettorale molto importante per la Regione dell’Umbria. Diversamente dai nostri avversari, ci siamo concentrati sui temi, sui progetti che vogliamo portare avanti e soprattutto sull’ascolto.

Il mio obiettivo principale, come candidato al consiglio regionale, è quello di fornirti un canale diretto con la Regione dell’Umbria, portando nella “stanza dei bottoni” la tua voce, che non deve più rimane inascoltata. Sono candidato nella lista del Movimento Cinque Stelle, dunque, nella coalizione che sostiene il candidato a Presidente Vincenzo Bianconi; tuttavia, il mio invito non è rivolto solo verso coloro che sostengono il Movimento: chiedo un’opportunità ai cittadini del territorio dove sono nato e cresciuto per migliorarlo, invitandoti a votarmi.

Mi rivolgo quindi a te e a tutti coloro che auspicano il rinnovamento della classe politica umbra attraverso un vero cambiamento. Un rinnovamento che non può essere portato avanti con semplici slogan, ma con un lavoro scrupoloso e costante, fatto di ascolto, riflessione, studio ed elaborazione delle soluzioni.

Il mio impegno per l’Umbria:

miglioramento della sanità: rafforzamento dei servizi sul territorio come ASL e visite specialistiche a domicilio. Predisposizione di sistemi all’avanguardia, quali la telemedicina, affinché i medici di famiglia possano cooperare con i centri specialistici remoti e garantire maggiore copertura. Chiusura delle strutture inefficienti e nomine dei direttori per competenze, non più per via politica.

Trasporti: potenziamento delle linee ferroviarie affinché l’Umbria sia meglio collegata con il resto d’Italia e offra un trasporto ottimale ai pendolari. Implementazione di sistemi a mobilità intelligente, particolarmente utili alle persone sprovviste di automobile, per permettere di raggiungere i principali centri di interesse (es. ASL, ospedali, tribunali, università), anche dalle periferie oggi scollegate.

Sostegno al lavoro e alle iniziative imprenditoriali: promozione della cultura del “fare impresa” tra i giovani, favorendo la creazione di startup, PMI innovative e spin-off accademici. Supporto per la creazione di progetti imprenditoriali. Creazione degli sportelli unici per trattare, in un’unica sede, tutti i problemi che investono quotidianamente gli imprenditori, i professionisti e i lavoratori autonomi umbri.

Università: tavoli permanenti tra l’Università degli Studi di Perugia, gli enti locali e la Regione dell’Umbria per iniziative sinergiche su temi di interesse strategico: alloggi, infrastrutture (anche tecnologiche), sicurezza, progettazione europea, coordinamento del rapporto tra Ateneo e mondo produttivo.

Salvaguardia dei beni comuni: i beni comuni principali siano sempre pubblici e ben gestiti. Ad esempio, l’Acqua va posta al di fuori delle logiche di mercato e di profitto, va tutelata con investimenti adeguati, controlli scrupolosi e costanti. Pieno sostegno alla pubblica istruzione e agli asili che devono essere sempre gratuiti, a maggior ragione per le fasce sociali più deboli della popolazione (meno abbienti, disabili).

Agricoltura: passaggio graduale all’agricoltura biologica con una modifica sostanziale del Piano di Sviluppo Rurale (PSR). Promozione dei prodotti locali attraverso la valorizzazione dell’offerta turistica e una maggiore cura del territorio.

Lotta al gioco d’azzardo: legge regionale da promuovere in uno dei rami del Parlamento italiano per proibire le slot machine nei bar: quest’ultime potranno risiedere solo in appositi centri, vietati ai minori e fortemente limitati per territorio e numero di abitanti.

Infrastrutture tecnologiche e open source: investimenti per favorire il passaggio in fibra ottica su tutto il territorio e potenziamento delle connessioni a banda larga, specialmente nelle aree più svantaggiate. Verifica dell’applicazione della legge regionale già presente sul Software Libero e passaggio graduale ai documenti digitali a formato aperto in tutte le strutture pubbliche della Regione, fino a completa copertura.

NO agli inceneritori: la Lega che si batteva contro i “rifiuti in fumo” è solo un lontano ricordo. Salvini ha preso pubblicamente posizione a favore degli inceneritori come la via più naturale per smaltire i rifiuti. Possiamo immaginare il danno ambientale e sociale che produrrebbe un inceneritore a ridosso delle nostre campagne? Il mio impegno sarà di completa opposizione alla costruzione di inceneritori. L’obiettivo è trasformare l’Umbria in un modello virtuoso di gestione dei rifiuti, partendo dalla differenziazione, dal riuso e da politiche volte alla minore produzione del rifiuto.

La politica non ha bisogno di “fenomeni”, ma di cittadini competenti, dotati di sensibilità, operosità e senso di responsabilità.

Se deciderai di votarmi, barrando il simbolo del Movimento Cinque Stelle e scrivendo PETRINI nello spazio della preferenza, inizieremo insieme un percorso di cambiamento. Ti invito a contattarmi fin da ora: puoi farlo attraverso il mio sito www.fabioandreapetrini.it (attualmente punta alla pagina pubblica Facebook…) oppure al numero 371.3087420.

Non so se riusciremo a trasformare l’Umbria nel “miglior posto al mondo in cui vivere”, come è nelle nobili e coraggiose intenzioni di Vincenzo Bianconi, ma sono certo che faremo della nostra regione un posto migliore di quello attuale e di come vorrebbero ridurlo i nostri avversari.

Fabio Andrea Petrini

voto

Spazio politico-elettorale autogestito

Articolo chiuso ai commenti

Tag dell'articolo: , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top