lunedì, 26 settembre 2022 Ultimo aggiornamento il 29 agosto 2022 alle ore 11:35

Il lago Trasimeno a quota + 8 sullo zero idrometrico

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Dal 3 febbraio, quando il lago Trasimeno ha riconquistato la storica quota dello zero idrometrico (posto a 257,50 sul livello del mare), lo specchio d’acqua ha continuato a salire e con le abbondanti piogge di questi giorni ha raggiunto +8 sullo zero

 
Alta Valle del Tevere.  Dalle ore 8 del 3 febbraio scorso, quando il lago Trasimeno ha riconquistato la storica quota dello zero idrometrico (posto a 257,50 sul livello del mare), lo specchio d’acqua ha continuato a salire. Le abbondanti piogge di questi giorni hanno infatti portato il livello a quota + 8. Rispetto alla stessa data dello scorso anno (– 65cm) il livello è di + 73 centimetri. E’ dal 1984 che la regolarizzazione del deflusso delle acque allo sfioratore (emissario di San Savino) è regolamentata da un verbale deliberato dalla Giunta provinciale e dalla Regione, redatto nel maggio del 1983 da tutti i rappresentanti degli Organismi ed Enti interessati al Lago Trasimeno. Con tale verbale è stato stabilito il nuovo zero idrometrico, fissato a 257,50 metri slm, anche se ordinariamente si continua a far riferimento allo storico zero idrometrico a quota 257,33 metri slm. I tecnici della Provincia spiegano che attualmente siamo ancora 9 centimetri al di sotto della quota per la quale scatteranno i rilasci. Il verbale ha previsto ulteriori accorgimenti per tutelare la fauna ittica e le zone rivierasche: laddove la quota del livello delle acque del lago, nonostante i rilasci nell’emissario, superasse i 257,50 entrano in azione particolari paratoie realizzate con pannelli filtranti che pur consentendo di far uscire portate adeguate al controllo del livello del Trasimeno, in condizioni meteorologiche ordinarie, garantiscono la salvaguardia del patrimonio ittico. Superato di 20 cm il livello di 257,50 mslm, a salvaguardia degli abitati rivieraschi, sono consentite manovre sussidiarie per incrementare le portate da far uscire dallo sfioratore. “Le caratteristiche del lago Trasimeno sono particolarissime – dichiara il presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi. Oltre alla scarsa profondità e la mancanza di emissari naturali, ha livelli molto variabili legati agli eventi meteorologici. E’ provato che sin dall’antichità l’uomo abbia tentato di stabilizzarne il livello. Ma i risultati si sono avuti negli ultimi anni. Da quando cioè l’attenzione della Provincia di Perugia, sulla scorta del documento redatto dai soggetti direttamente coinvolti, approvato nel 1984, ha lavorato incessantemente per rendere sicuro e quanto più possibile costante il livello del lago onde limitare i danni nei periodi di siccità e intervenendo per scongiurare allagamenti o difficoltà di smaltimento degli scarichi nei momenti di piena. Il sistema di rilasci e di paratoie è costantemente oggetto di manutenzioni da parte dei nostri tecnici e pronto a entrare in azione in caso di bisogno. In sostanza – conclude Guasticchi – l’attenta gestione da parte della Provincia di Perugia che comprende anche il complesso sistema dei canali artificiali che intercettano le acque dei torrenti Moiano, Rio Maggiore, Tresa e Maranzano, finalizzato a convogliare le maggiori portate idriche al Lago, nel pieno rispetto della sicurezza delle popolazioni che vivono in prossimità dei canali stessi, ha contribuito in modo significativo ai notevoli incrementi di livello raggiunti”.

Per la cronaca, dal 1921 ad oggi il livello più basso è stato raggiunto nel 1958 con –263 cm e il livello più alto nel 1941 con +61 cm. Dal 1980 ad oggi il livello più basso è stato raggiunto il 18 ottobre 2003 con –185 cm e il livello più alto l’8 giugno 1988 con +54 cm.

Tag dell'articolo: , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top