giovedì, 14 dicembre 2017 Ultimo aggiornamento il 13 dicembre 2017 alle ore 14:55

Uccide più il cibo che la spada: ciò che mangi sarà il tuo farmaco

Le tecniche agricole e industriali, orientate prevalentemente al profitto, producono sempre di più alimenti poveri di sostanze nutritive a scapito delle preziose proprietà organolettiche necessarie per un normale metabolismo.

 
Regione Umbria. Ippocrate, il più grande medico e filosofo greco, saggiamente affermò che: “Se l’Uomo è costituito dal cibo, la migliore medicina non può essere che il cibo stesso”. Purtroppo, questa lampante verità non trova più nessun riferimento nella cultura alimentare moderna dove, inconsapevolmente, l’uomo seguita imperterrito a riempire la “pattumiera stomaco” con del materiale che insiste a chiamare cibo. L’antichissima citazione di Ippocrate detto mi ritorna alla mente ogni qual volta si affronta il problema della salute, dove si tende ad attribuire i mali a ciò che respiriamo, ma questo è vero solo in parte. La Salute dipende molto di più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo.  Le tecniche agricole e industriali, orientate prevalentemente al profitto, producono sempre di più alimenti poveri di sostanze nutritive a scapito delle preziose proprietà organolettiche necessarie per un normale metabolismo.

Metodi conservativi, cotture ripetute, brillatura del riso, abburattamento spinto delle farine dei cereali, raccolta anticipata di frutta e verdura ecc., sono solo alcuni dei classici esempi di distruzioni o depauperamento del contenuto vitaminico degli alimenti, responsabili di un drammatico sconvolgimento delle infinite reazioni biochimiche del nostro corpo. Per limitare queste carenze, che sono la causa primaria di tutta una serie di disturbi che oggi affligge l’umanità, non è necessario stravolgere le abitudini alimentari, basterebbe solo cambiare o ridurre alcuni alimenti e la loro distribuzione nell’arco della settimana. Naturalmente è difficile considerare il problema in modo obiettivo a causa delle numerose informazioni contraddittorie che circolano sull’argomento e l’uomo, distratto da subdole informazioni, cerca le soluzioni con diete, intolleranze alimentari ecc. assillando il proprio medico per farsi prescrivere un rimedio per i propri mali, non preoccupandosi nemmeno lontanamente di eliminare la causa che li ha creati. Sapete perché accade questo? Tutti sono convinti di mangiare normale senza sapere cosa si intende per “normale”.

Cosa fare?

Tutte le persone di buon senso che intendono prendere in seria considerazione quanto sopra accennato, dovrebbero saggiamente colmare queste profonde carenze con l’utilizzo di un integratore che garantisca un armonioso apporto di tutti i nutrienti. Purtroppo, però, con l’enorme gamma di prodotti che oggi si trovano sul mercato è difficile orientarsi verso una scelta appropriata. La lunga esperienza nel settore fitoterapico, accompagnata da un’attenta osservazione del giusto connubio tra antica tradizione e scienza moderna, mi ha portato alla scelta di prodotti da inserire nel mio punto vendita che racchiudono in sé un profilo nutrizionale completo, che supera di gran lunga qualsiasi altro alimento presente in Natura: le alghe verdi azzurre (Spirulina, Klamath).

Al di là delle subdole informazioni atte a stimolare delle commercializzazioni di comodo che non giustificano l’enorme differenza del prezzo fra la Spirulina e la Klamath, entrambe rappresentano un superalimento vegetale concentrato, adatto a riequilibrare le carenze nutrizionali della dieta moderna. Il loro contenuto può differire per quantità irrisorie di alcune sostanze presenti più nell’una che nell’altra o viceversa, ma entrambe rimangono di grande valore nutritivo. La competenza del laboratorio fitoterapico Salus in Erbis di Roma, che della Spirulina fa una “religione”, ha permesso di selezionare una delle migliori ditte produttrici di Spirulina Biologica certificata (senza nulla togliere alle altre aziende!). Ci sono ampie certificazioni e motivazioni per poter asserire con orgoglio che la Spirulina prodotta nel laboratorio della Salus in Erbis è di ottima qualità e ad un giusto prezzo: ragion per cui i miei consigli naturopatici nel tempo si sono orientati sempre più sull’uso della Spirulina. Ottimi sono i risultati, ormai più che decennali, ottenuti con questa micro-alga che gli Aztechi chiamavano il “cibo degli Dei” e che era la loro primaria fonte di nutrizione. Non vorrei che semplici mode, spesso guidate da interessi, screditino lavori e certezze ormai rafforzate di chi lavora con il cuore. La Spirulina è e rimane una straordinaria fonte di sostanze nutritive, adeguatamente prodotta, lavorata e controllata, tale da garantire sicurezza ed efficacia.

Tag dell'articolo: , .

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top