lunedì, 15 luglio 2024 Ultimo aggiornamento il 14 luglio 2024 alle ore 09:37

Oltre i festival, 5 progetti fanno rete per uno scenario rinnovato dell’Umbria

Sono cinque e toccano tre città dell'Umbria: Perugia con Immaginario-Viva la Cultura e Isola di Einstein, Terni con il Festival Internazionale della Creazione Contemporanea e Foligno con lo Young Jazz Festival e il Dancity Festival

 
Oltre i festival, 5 progetti fanno rete per uno scenario rinnovato dell’Umbria
Perugia.  Oltre i festival – L’evoluzione degli eventi culturali in Umbria e in Europa ha presentato, nella mattinata del 5 maggio presso gli spazi del Postmodernissimo, i festival umbri che da circa dieci anni si dedicano alla cultura contemporanea e allo sviluppo del territorio per accompagnarne il cambiamento.

Come nasce – Oltre i festival nasce come rete di collaborazione informale e punto di incontro fra 5 proposte culturali contemporanee del territorio per valorizzare i propri progetti che nell’ultimo decennio si sono imposti come scenari di scambio e incontro e offrendo all’Umbria visibilità nel panorama culturale contemporaneo sia nazionale che internazionale.

I festival interessati – I festival sono cinque e toccano tre città dell’Umbria: Perugia con Immaginario-Viva la Cultura e Isola di Einstein, Terni con il Festival Internazionale della Creazione Contemporanea e Foligno con lo Young Jazz Festival e il Dancity Festival. Variano, dunque, dalle nuove forme musicali al mondo del digitale, dalle arti performative fino alla scienza e i suoi linguaggi.

Evoluzione degli eventi – L’interrogativo che si sono posti i direttori responsabili dei 5 festival interessati riguarda la natura stessa degli eventi, se questi bastano a se stessi o se ci sia bisogno di altro. Sono convenuti insieme che in questo periodo storico, nel panorama della cultura digitale è necessario essere produttori di cultura nell’arco dell’intero ano e non solo nei pochi giorni dei festival. Pur nelle loro caratteristiche e identità ben definite, che ciascun festival vuole mantenere, cercheranno insieme di attuare un cambiamneto nei format degli eventi.

Interviene l’assessore alla Cultura – All’incontro era presente anche l’assessore alla Cultura Fabrizio Bracco il quale ha dichiarato: “L’Umbria, se vuole una prospettiva futura, deve puntare sulla cultura e mantenere, accrescere e sostenere i laboratori culturali. Era importante creare una rete di collaborazione per esaltare il valore di ognuna di queste esperienze”.

Tag dell'articolo: , , , , , , , .

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top