mercoledì, 17 luglio 2019 Ultimo aggiornamento il 14 luglio 2019 alle ore 16:03

Serie B, tra coppie gol e registi ecco le nuove forze del calcio

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Terminati i play-off di Serie B con la promozione del Pescara, a bocce ferme ma con un'intera estate di calciomercato davanti, ecco alcuni calciatori pronti per il grande salto.

 
Serie B, tra coppie gol e registi ecco le nuove forze del calcio
Perugia. Il campionato di serie B ha avuto il suo epilogo il 9 giugno con la promozione del Pescara, vincitore della finale play off contro il Trapani. Dal punto di vista tecnico, ci sono molti giocatori, che si sono messi in mostra e sono pronti al salto in serie A. Uno studio, pubblicato dalla redazione di Sports Bwin, ha raggruppato in una top 10 alcuni di questi, che non sono più giovanissimi e sono esplosi quando nessuno se li aspettava.

Nessuno, tra i cadetti, ha fatto meglio di Gianluca Lapadula. L’ex attaccante del Teramo, a 26 anni, ha mostrato doti tecniche e fiuto del gol che gli hanno attirato addosso le attenzioni di mezza serie A. Con 30 gol tra campionato e play off, ha trascinato il Pescara in serie A e ora può tranquillamente decidere il suo futuro. Juventus, Genoa e Napoli sono su di lui. Anche il Leicester di Ranieri ci ha fatto più di un pensierino, come si legge nell’articolo dedicato ai dieci giocatori più interessanti della Serie B. Chi lo prende sappia che questa stagione non è casuale. In carriera, infatti, Lapagol ha messo insieme 96 reti in 211 incontri con una media realizzativa di 0.45. Toni, giusto per citare il nome di un grande bomber ora ritiratosi, ha chiuso con una media gol di 0.46 (306 reti in 659 gare).

Anche il compagno d’attacco di Lapadula, Gianluca Caprari, ha avuto una stagione straordinaria.  Più giovane del suo omonimo di tre anni, l’ex attaccante del vivaio romanista deve la sua fortuna all’incontro con Oddo, tecnico che è stato fondamentale nella sua crescita. I 13 gol messi a segno a fine stagione, con 12 assist di contorno dicono di un ragazzo finalmente convinto dei propri mezzi e pronto ad affrontare  nuovamente  la serie A non da comprimario, bensì da protagonista.

Il Crotone ha schierato una coppia gol niente male e su cui nessuno puntava all’inizio: parliamo di Ante Budimir e Federico Ricci, autori di 27 reti totale (16 il croato e 11 l’italiano). Budimir ha rappresentato un vero e proprio colpo del ds del Crotone, Ursino. Preso in prestito in estate e riscattato dal Saint Pauli e riscattato a marzo per 1 milione di euro, il croato è un attaccante completo, in grado di unire tecnica e velocità.
Il suo compagno di reparto, Ricci, è indicato come il nuovo Florenzi, non tanto per il ruolo (il crotonese è un attaccante esterno), quanto per il percorso. Anche il centrocampista della nazionale esplose a Crotone. Ricci spera di tornare a Roma come Alessandro e riuscire a imporsi anche con la maglia giallorossa.
Intanto a Crotone quest’anno, ha messo a segno 11 gol, ottimo biglietto da visita per la serie A.

Un altro giocatore che spera di tornare alla casa madre Roma è Luca Mazzitelli, “cervello” del Brescia. L’ex capitano della primavera giallorossa, non è stato promosso sul campo, ma potrebbe comunque assaggiare la serie A il prossimo anno. Ha chiuso la stagione con 36 presenze e 5 reti, giocando alla grande da “volante” nel 4-2-3-1 di Boscaglia.
La Roma lo tiene d’occhio e punta a farne l’erede di De Rossi. Il ragazzo ha dimostrato  di avere le spalle larghe e la personalità per imporsi anche in palcoscenici più prestigiosi.

Tra tutti questi giocatori che sperano nel salto di qualità ce n’è uno, che l’ha già fatto. Parliamo di Rolando Mandragora. Il centrocampista, ormai ex Genoa e Pescara, è stato acquistato dalla Juventus a gennaio. I bianconeri lo hanno lasciato fino a fine stagione in Abruzzo per maturare e qui, il ragazzo ha completato la propria crescita, imponendosi, oltre che come regista, anche come centrale difensivo. Che Mandragora fosse un predestinato, lo si era capito già il 29 ottobre 2014, quando Gasperini lo fece debuttare da titolare, a 17 anni e 4 mesi, proprio contro la Juventus, nella sfida vinta dal Grifone per 1-0 al Ferraris.

In quella stagione, mise insieme altre quattro presenze. Ora, dopo 26 gare in serie B è pronto a ripresentarsi da protagonista in serie A. Probabilmente il club bianconero lo girerà in prestito a qualche club amico per permettergli di giocare con continuità, ma è certo che il suo destino, sarà a tinte bianconere.

Tag dell'articolo: , , , , , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top