sabato, 25 maggio 2024 Ultimo aggiornamento il 21 maggio 2024 alle ore 08:15

E ora i libri mastri diventano forme di racconto quotidiano

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

Il denaro come elemento centrale nei documenti dell’Archivio notarile di Città di Castello. Recensione, a cura del giornalista Antonello Lamanna, al volume “Far parlare i numeri (...)" di Giovanna Zaganelli e Luca Padalino

 
E ora i libri mastri diventano forme di racconto quotidiano
Perugia. La redazione riceve e pubblica la recensione, a cura del giornalista Antonello Lamanna, al volume “Far parlare i numeri: Libri di conti, registri, diari e altre forme di racconto quotidiano” di Giovanna Zaganelli e Luca Padalino (Università per Stranieri di Perugia). 

Di seguito, il testo della recensione.

Il tanto atteso volume “Far parlare i numeri: Libri di conti, registri, diari e altre forme di racconto quotidiano” di Giovanna Zaganelli e Luca Padalino, è stato finalmente pubblicato dalla Pliniana Editrice, presentato recentemente alla XXIII edizione della mostra mercato nazionale del libro antico di Città di Castello. Il libro rientra nell’ambito della più ampia ricerca “Per una storia dei tipografi e librai: l’Alta Valle del Tevere”, sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello in collaborazione con l’Università per Stranieri di Perugia, e che ha già al suo attivo due volumi, Tipografi, Librai, Illustratori. Uno sguardo alle arti editoriali (2014) e Alla ricerca dell’Eneide stampata in Civitate Castelli nel 1539. Storie, percorsi, ipotesi (2019). Autori, Giovanna ZaganelliLuca Padalino, dottorando in Scienza del Libro e della Scrittura all’Università per Stranieri di Perugia, Université Toulouse- Jean Jaurès.

Il nuovo volume ideato da Giovanna Zaganelli, ordinario di Semiotica del testo e direttore del “Centro Studi internazionale sul Rinascimento” dell’Università per Stranieri di Perugia rappresenta un’opera di straordinaria profondità e complessità nell’ambito degli studi semiotici e letterari. Basandosi su una ricca documentazione proveniente dall’Archivio notarile mandamentale di Città di Castello e da altri archivi nazionali e internazionali, gli autori esplorano il connubio tra letteratura e denaro attraverso un’analisi critico-semiotica di documenti economico-finanziari.

La ricerca si sviluppa su tre principali direttrici di indagine: il denaro come elemento centrale nei racconti, il denaro come guida nella definizione dei generi testuali e, infine, il denaro come catalizzatore della cultura scritta legata alla produzione editoriale e letteraria. Questa prospettiva critica sfida le convenzioni storiche e storiografiche, offrendo un approccio innovativo alla comprensione della relazione tra testo e contesto.

Il libro si articola in quattro sezioni principali, ciascuna dedicata ad un aspetto specifico di questa complessa esplorazione. L’introduzione, firmata da Giovanna Zaganelli, fornisce un contesto ampio e una panoramica sul progetto di ricerca “Per una storia dei tipografi e librai: l’Alta Valle del Tevere” e mette in luce la connessione con i due volumi precedenti della serie.

Nella prima sezione si esplora l’approccio semiotico agli aspetti finanziari attraverso esempi tratti da documenti dell’azienda Lapi. Questo capitolo mette in luce come il denaro non sia semplicemente un elemento economico, ma anche un attore chiave nella narrazione delle vicende quotidiane. nella seconda sezione si analizza la relazione di gestione e il bilancio dell’azienda S. Lapi, creando una prospettiva quasi autobiografica attraverso cui comprendere il ruolo dell’amministratore nella narrazione finanziaria.

La terza sezione, ancora a cura di Giovanna Zaganelli, si concentra sui verbali delle riunioni presso la Scipione Lapi e li esamina come diari.

Questa sezione offre una profonda riflessione sulla natura temporale dei verbali e sulle implicazioni di questo genere testuale.

Infine, nella quarta sezione, Padalino esplora il tema del tempo come denaro attraverso l’analisi di calendari e almanacchi tifernati ed evidenzia come il tempo stesso sia un elemento narrativo e come possa influenzare il mondo economico.

Il volume è un esempio eccellente di come gli studi semiotici e letterari possano arricchire la comprensione delle dinamiche economiche e finanziarie.

Gli autori dimostrano una padronanza eccezionale della teoria semiotica e della critica letteraria, applicandole con maestria a una vasta gamma di documenti economici. Inoltre, l’approccio metodologico transtestuale consente di individuare il valore narrativo anche in documenti altrimenti considerati strettamente amministrativi.

Il volume si conclude con un saggio di Andrea Agosta, brillante dottorando dell’Unistrapg impegnato in una ricerca che riguarda il rapporto tra spazio e narrazione nella novella e nella commedia rinascimentale. Lo studioso traccia un bilancio della figura dell’editore Scipione Lapi e sul suo ruolo di animatore culturale e divulgatore di opere scientifico-letterarie.

“Far parlare i numeri” rappresenta un contributo significativo alla ricerca scientifica e offre una prospettiva innovativa sulla relazione tra denaro e letteratura nell’ambito dell’editoria e della cultura scritta. Gli autori forniscono un esempio brillante di come l’analisi semiotica possa arricchire la comprensione di aspetti apparentemente aridi ma intrinsecamente legati alla nostra vita quotidiana.

L’approccio multidisciplinare del team guidato dalla prof.ssa Giovanna Zaganelli, ha trasformato questo testo in uno strumento indispensabile per gli studiosi interessati alla semiotica, alla letteratura e all’economia.

Antonello Lamanna

 

 

Tag dell'articolo: , , , , .

Redazione Perugia Online

Redazione Perugia Online

Perugia Online nasce nel gennaio 2014. Racconta fatti e notizie inerenti la vita del capoluogo e del suo territorio, cercando di orientare il lettore da una prospettiva "dietro" la notizia, per trovare un senso a ci? che a volte, senso, sembra non averlo.

COMMENTI ALL'ARTICOLO

DISCLAIMER - La redazione di Perugia Online non effettua alcuna censura dei commenti, i quali sono sottoposti ad approvazione preventiva solo per evitare ingiurie, diffamazioni e qualsiasi altro messaggio che violi le leggi vigenti. Siete pregati di non inserire commenti anonimi e di non ripetere più volte lo stesso commento in attesa di moderazione. Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile civilmente e penalmente del suo contenuto. Perugia Online si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia commento che manifesti toni, espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi. I commenti scritti su Perugia Online vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (IP, E-Mail, etc.). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Perugia Online non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.
Scroll To Top